rubriche sui formaggi

Come preparare un tagliere di formaggi

Il tagliere di formaggi è sempre un’idea eccellente per una festa o per ricevere amici a casa. Conviene sempre servire i formaggi separatamente dagli insaccati, anche se è sempre questione di gusti.

Generalmente, per la preparazione di un tagliere si considera una base di 5 formaggi: 2 duri, 2 semimorbidi e 1 morbido, aggiungendo, se si vuole, anche una crema di formaggi.

Per prepararli si raccomanda di eliminare la buccia, fatta eccezione per il brie e il camembert, che si mangiano con la buccia. E’ importante il modo di tagliare i formaggi, per evitare che perdano in forma, presenza e sapore.

Esempi di taglio di alcuni formaggi:
- Formaggio Tandil: buon formaggio argentino a pasta spessa, a forma di barretta. Si taglia a fette di mezzo centimetro, che vengono tagliate a loro volta a metà.
- Fontina piccante: di pasta compatta, ideale per accompagnare vini vigorosi. Si taglia in pezzi triangolari.
Gruyère: si taglia come il precedente.
- Parmigiano: si sgrana.
- Treccia di mozzarella: la si può combinare con pomodorini secchi e bagnare con il loro olio. Si taglia a fette. La mozzarella si può servire anche in un piatto a parte.
Altri formaggi che si possono aggiungere  o combinare, secondo il gusto dei commensali:
- Roquefort: si sgrana.
- Formaggio di pecora: si affetta.
- Formaggio di capra: idem
- Camembert e Brie: si tagliano a triangolini, con la crosta.

Altre idee? Creme di formaggi, come la pasta mediterranea da spalmare a base di mascarpone, olive nere, acciughe e capperi; o di salmone, con formaggio mascarpone e salmone affumicato.

Come servire i formaggi Collocarli a forma di ventaglio, su un tagliere di legno, rispettando l’ordine: da soavi a piccanti e forti e da morbidi a duri. In piccoli recipienti si possono collocare delle salsine sfiziose per accompagnare i formaggi, come mostarda con pepe nero in grano, ideale per il gruyère, oppure una vinaigrette di olio di oliva ed erbe per la fontina o il formaggio di capra.

E’ ideale anche accompagnare il tagliere di formaggi con della frutta fresca (uva, pera, pesca, kiwi) che si sposa bene con il roquefort ed il brie e della frutta secca (mandorle, noci, pistacchi, castagne), eccellente con il gruyère.

Per bere, l’accoppiata vincente è quella con il vino rosso (Cabernet Sauvignon, Malbec, Siray o Pinot noir).